Pane alla curcuma e pomodorini confit

12:00 Angela M. 7 Comments

Ultimamente la mia dispensa scoppia di pacchi di farina di tutti i tipi, qualità e aziende, ed ogni occasione è buona per avere le mani in pasta.

Mi piace l’autoproduzione, e anche se non ho molto tempo a disposizione, organizzo il mio tempo per avere sempre una bella pagnotta calda in forno.

Complice il web (vedi panissimo) che ti fornisce sempre grandi fonti di ispirazioni, nasce questa creazione e anche se trovo che la mia decorazione non sia perfetta, non potevo non condividerla con voi:




Pane semintegrale alla curcuma con pomodorini confit

Ingredienti:
500 gr di farina buratto (tipo 2 macinata a pietra)
400 gr di acqua
150 gr di LICOLI attivo
15 gr di sale
2 cucchiaini di curcuma in polvere
Pomodorini confit
Semi di papavero


Procedimento:
Mescolare la farina con la curcuma, aggiungere 350gr d’acqua e lasciarla in autolisi per circa mezz’ora; trascorso questo tempo aggiungere il licoli attivo e la restante acqua impastare, aggiungere alla fine il sale, i pomodorini confit e procedere a fare le pieghe.


Lasciate riposare per circa 12 ore, spennellate con un po’ d’acqua spolverizzare i semi di papavero e infornate a 250°C per 15 minuti, poi abbassate la temperatura a 200°C per venti minuti e altri 10 minuti a sportello semi aperto. 

A fine cottura, sfornate e lasciate raffreddare su una grata.




Potrebbe piacerti anche

7 commenti:

  1. Se mettessi la mia super curcuma fresca?! Adoro come colori tutto... scalda ogni piatto! E le spezie nel pane sono una bellissima idea... :-)

    RispondiElimina
  2. favoloooo io lo trovo perfetto e trovo perfetto il fatto che hai condiviso con noi questo pane strepitoso adoro la curcuma e fa anche tanto tanto bene...
    mi piace un sacco il tuo blog e cosine che fai, mi sono iscritta subito!!!
    piacere di conoscerti Azzurra

    RispondiElimina
  3. favoloooo io lo trovo perfetto e trovo perfetto il fatto che hai condiviso con noi questo pane strepitoso adoro la curcuma e fa anche tanto tanto bene...
    mi piace un sacco il tuo blog e cosine che fai, mi sono iscritta subito!!!
    piacere di conoscerti Azzurra

    RispondiElimina
  4. semplicemente strepitoso!! Io non ho il licoli chissà se provo a farlo con il lievito di birra come viene...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  5. Te lo confesso, mi eri proprio sfuggita. A quanto capisco napoletana o giù di lì e sicuramente gallinella. Mi piacciono molto sia le ricette, sia le foto, sia la linearità e pulizia del tuo sito. Questo pane sembra meraviglioso, ma confesso la mia ignoranza e ignoro l'esistenza dei licoli . Chissà che tu non possa parlarmene al più presto davanti ad un caffè. Ti abbraccio, Francesca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, siamo talmente in tante che è veramente facile che qualcuna ci sfugga...eccomi all'appello gallinella, napoletana per contaminazione, pugliese doc, romana per adozione. Grazie mille, per la tua presenza qui nel mio piccolo spazio e le tue belle parole :*
      il Licoli è il lievito madre in coltura liquida, un pò più facile da gestire rispetto al lievito madre solido, soprattutto se si ha poco tempo...ma quando vuoi, sarò felice e lieta di parlare di questo e altro davanti ad un caffè e ad una sfogliatella!
      un abbraccio
      Angela

      Elimina