Funghi, broccoli e pancetta

12:47 Angela M. 5 Comments



Finalmente…
Calde tisane, miele, biscottini, copertina sul divano e vai di telefilm!
Ma non solo, questo fine settimana per me è stato piuttosto assortito, dal cambio di stagione (non ancora definitivo), alle imprese culinarie con tanto di cicatrici da cucina (credo che mi farò un’assicurazione sugli infortuni!), alle degustazioni goduriose presso l’Eataly di Roma.

E tra le tante opere c’è anche lei, ve la presento:

Pasta al ferro con funghi cardoncelli, pancetta, broccoli e pachino.

Soffriggete in un giro d’olio un po’ d’aglio, aggiungere la pancetta affumicata, i pomodorini e i funghi, lasciare in cottura per 20 minuti e spegnere. Nel frattempo fate lessare i broccoli in acqua salata e non appena saranno s-cotti aggiungere in padella con il resto degli amici! Infine Saltare in padella la pasta cotta e mantecare con tanto, anzi, tantissimo parmigiano!



Una bomba! Provare per credere!


5 commenti:

Cavatelli con la rucola

12:49 Angela M. 4 Comments


Altro piatto di tradizione…cavatelli con la rucola.

Da sempre, da che ho memoria, i cavatelli a casa mia erano di scena un giorno sì e uno pure, lo sono ancora tutt’ora, solo che io non essendo più a casa non sono più a beneficiare di questo “lusso”!
Nel frattempo, per sentire meno la mancanza e per regalarmi delle coccole culinarie, mi sono concessa un po’ più di tempo da dedicare alla cucina e per mia grande sorpresa ho impastato e “incavato” la pasta in mezz’ora circa.

Fatto questo, ho soffritto un po’ di cipolla, 4 pomodorini e aggiunto salsa di pomodoro home-made, salato, pepato e lasciato in cottura per un’ora e mezza (il pomodoro fatto in casa ha il difetto di essere piuttosto liquidino per questo motivo la cottura preferisco farla molto lunga, in modo che si “stringa” più possibile).
Nel frattempo ho lavato la rucola circa 400 gr e l’ho fatta s-cuocere per ca. mezz’ora!(essendo rucola selvatica raccolta con le mie manine, la cottura deve essere un po’ più lunga in quanto risulta essere un po’ più duretta!), a fine cottura aggiungere nella stessa acqua i cavatelli e lasciare che salgano in superficie, infine scolare e saltare in padella con il sugo. 


4 commenti:

Sua maestà la moussaka!

12:02 Angela M. 0 Comments




La moussaka è un piatto tipico della cucina greca, si tratta di uno sformato di melanzane e carne trita e ricoperto da uno stratto spesso di besciamella. Su questo piatto esistono numerose varianti, a seconda della regione di provenienza e dalle varie influenze gastronomiche della cultura balcanica e medio orientale di cui ne risentono. La mia versione è quella che ho scoperto durante un viaggio-idillio a Lefkada appartenente all’arcipelago delle isole Ioniche. Un’isola a tratti incontaminata...un’esplosione di colori, profumi e soprattutto sapori.

Nel tempo ho perfezionato la ricetta in base al mio gusto personale, la preparazione è piuttosto lunga e per questo motivo ne preparo un po’ di più e la congelo (senza la copertura di besciamella).

Preparazione:

Si prepara un ragù di carne trita di vitello o maiale (l’originale prevede quella di agnello), in un soffritto di olio cipolla e aglio schiacciato, aggiungete la carne trita e lasciarla rosolare, poi aggiungere vino rosso e lasciare sfumare,aggiungere il pomodoro fresco (io metto la passata di pomodoro fatta in casa) ed aggiungere la cannella, coprire con il coperchio e lasciar cuocere a fuoco basso per circa 2 ore.
Nel frattempo che il ragù sia pronto, si tagliano le melanzane a fette e si lasciano spurgare per un po’, dopodiché tamponatele con uno strofinaccio e procedete con la frittura. Allo stesso modo friggete le patate tagliate a dischetti.

Dopo ore di frittura e cottura di ragù, si può procedere all’assemblaggio della moussaka.
Foderare il fondo del tegame con le patate,  poi le melanzane fritte , poi uno strato di ragù e infine cospargete con 2-3 cucchiai di parmigiano. Ripetete gli strati (ovviamente senza patate) e poi versate la besciamella (alla besciamella tradizionale si aggiunge un rosso d’uovo e un albume montato a neve, il risultato sarà una besciamella-soufflè!) a copertura di questa mega bomba calorica. Spolverare con il formaggio grattugiato e infornare a forno già caldo a 180°-200° per 40 minuti ca. non appena la besciamella sarà dorata, togliere dal forno, lasciaaaare intiepidire e servirla!

Buona moussaka!


0 commenti:

Flan di riso e melanzane

08:00 Angela M. 4 Comments


Pranzo insolito della domenica! 
Devo smettere di sperimentare a danno dei pranzi “sicuri” domenicali, perché, il risultato di questo pranzo è stato sicuramente buono, ma forse, non tanto buono quanto un piatto di tagliatelle con il ragù, oppure un piatto di gnocchi… insomma un’altra storia!

Ho cotto il riso nell’acqua con lo zafferano, scolato e fatto raffreddare su un vassoio. Nel frattempo ho preparato le melanzane, tagliate a metà, fatto dei tagli in superficie, spennellate con un po’ d’olio e fatte cuocere in forno per mezz’ora. A fine cottura, ho raccolto la polpa, l’ho frullata leggermente, condita con sale, pepe, olio, basilico e un pizzico di peperoncino.
Ho assemblato il piatto con l’aiuto di un coppapasta. Prima il riso, poi una bella spolverata di pecorino romano, poi la purea di melanzane, altro strato di pecorino, un giro d’olio una macinatina di pepe!

Questo è quanto…spero vi piaccia! 


4 commenti:

Tortina della felicità

10:53 Angela M. 0 Comments


La nuova regola è… un dolcetto ogni week end, come ricompensa per essere sopravvissuta alla settimana. 
Mi piace, mi strapiace! 
Certo mi piacerò di meno con quei due famosi chili che con tanta fatica sono riuscita a perdere durante il mio periodo di dieta-follia! Ma questo è un altro discorso, un’altra triste storia, perché solo al pensiero di dover contare le calorie già mi viene l’ansia. Quindi, solo pensieri belli, positivi e soprattutto buoni!
Finalmente ho usato quella mini-mini-mini tortiera, che non sapevo mai come usare ma che mi faceva stare bene solo ad averla acquistata (una delle tante mie conquiste compulsive culinarie).

Ho creato una frolla fantastica con la farina di riso (per dire che sono stata brava!  mini torta e pure dietetica!), burro di bufala, vanillina, uovo, zucchero. Fatta risposare un’ora in frigo, l’ho stesa e adagiata sulla tortiera di 12 cm, fatto i bordi alti, riempita di marmellata all’arancia, chiusa con altra sfoglia, messo i pinoli, infornata.

Mangiata! 


0 commenti: