Pizza di scarole

14:55 Angela M. 0 Comments

La prima volta che ho assaggiato questa pizza era ad un aperitivo in Campania, ruspante, verace…
Piccoli quadratini di pizza alla scarola serviti su di un vassoietto.
Un assaggino chiaramente non mi è bastato, ho dovuto fare il bis e pure il tris per poi dichiararmi perdutamente innamorata di questa pizza.
Mi sono fatta spiegare per benino la ricetta unta e bisunta di tradizione e poi l’ho fatta a casa, una volta, due volte, più volte, fino a diventare un best ever della mia cucina.



Ingredienti
Per la pasta della pizza:
  • 300 gr di farina 2 buratto
  • 240 gr di acqua
  • 90 gr di lievito madre
  • 9 gr di sale
  • 1 cucchiaio di olio evo

Per il ripieno:
  • 2 cespi di scarola
  • Olive nere di Gaeta
  • Pinoli
  • Capperi
  • Aglio

Procedimento:
Per l’impasto della pizza ho fatto come di solito: ho sciolto il lievito nell’acqua, aggiunto la farina, il sale e l’olio e ho mescolato con un cucchiaio. Ho lasciato riposare per 30 minuti, ho trasferito l’impasto sulla spianatoia e ho fatto le pieghe di rinforzo ogni 10 minuti per tre volte.
Ho trasferito l’impasto in frigo per una lenta maturazione e dopo 24 ore ho messo l’impasto a temperatura ambiente, lasciandola lievitare per 8-10 ore.
Per il ripieno: ho lavato le scarole e le ho sbollentate in acqua salata, dopo 10 minuti di cottura le ho scolate e ripassate in padella con olio aglio peperoncino, capperi e olive denocciolate, 5 minuti in padella con tutti gli ingredienti per insaporire e lasciare raffreddare.
Nel frattempo stendere il primo strato di  pasta più grande, lasciando i bordi lunghi, mettere il ripieno ormai freddo e chiudere con un altro strato di pasta leggermente più piccolo del precedente, ripiegare i bordi verso l’interno, spennellare con un po’ di olio evo, bucherellare la superficie con i rebbi della forchetta e cuocere in forno a 200°C per 35-40 min ca. 
Servire tiepida, con un buon bicchiere di vino e un’ottima compagnia…



Potrebbe piacerti anche

0 commenti: