In giro per Roma, quella bella e pure buona!

15:23 Angela M. 11 Comments

Appena posso, quando riesco a liberarmi dalle noiosissime faccende casa-lavoro, io scappo e mi concedo delle bellissime parentesi di vita romana.
Farei questo per tutta la vita, in questi anni sono riuscita a vedere ben poco di Roma e ancora non la conosco come vorrei, nonostante questo, ho i miei posti preferiti.

Venite con me…

Prendo l’8 sulla Gianicolense e scendo prima di arrivare a Largo Argentina.

A Sinistra Campo de’Fiori a destra il Ghetto ebraico…

C’è tanta gente, tra i romani una folla di turisti, qui non ci si annoia mai…

Prima di arrivare al mercato, una fermata all’antico forno Roscioli, che sforna continuamente pizza calda a tutte le ore del giorno.



Uno sguardo veloce alla vetrina con tutte le prelibatezze, ma è ancora presto per mangiare, quindi continuo la mia passeggiata per il mercato, tra verdure di stagione e ceramiche, fino ad arrivare alle mille composizioni colorate di fiori…





Un mastro fornaio all’opera, c’è odore di pizza scrocchiarella in ogni dove, mi si ripresenta un languorino…ma sono forte cerco di non anticipare l’ora del pranzo alle 10:00 di mattina…



Passeggio tra le bancarelle, mi soffermo tra i vari stand, ascolto la gente e osservo i mille colori di campo de’ fiori.
Decido di tornare indietro, passando per il ghetto romano, c’è odore di carciofi fritti e dolci kosher, ci concediamo qualche sfizio gastronomico.
Scopro scorci e chiese...




mi perdo nei vicoletti del ghetto, e mi ritrovo a contemplate il Portico d’Ottavia costruito nel II secolo a.C., tra i vialetti degli scavi, un padre che spiega la storia al figlio, le persone che passeggiano e il tempo che si ferma...








Si prosegue per il lungotevere...



mi fermo incuriosita a guardare le riprese di un film, e tra un ciak si gira e STOOOP, arrivo sull’isola Tiberina...







una lunga passeggiata, mi fermo ipnotizzata a guardare lo scorrere del Tevere…





Sono felice e posso pure tornare a casa, a replicare con calma i famosi carciofi alla giudia.

Ingredienti:
Carciofi romani
Pepe
Sale
Limone
Olio evo


Procedimento:
Pulire i carciofi, eliminando le foglie esterne più dure con uno spelucchino, eliminare la parte viola di ogni foglia ed eliminare la parte  esterna del gambo.

Mettere i carciofi in una bacinella con acqua e limone per qualche minuto per evitare che si anneriscano.

Toglierli dall’acqua, scolarli e asciugarli e batterli l’uno contro l’altro per far si che le foglie si aprano.

Far scaldare l’olio, immergere i carciofi e lasciarli in olio caldo (non bollente) per 10-15 minuti, per verificare la cottura punzecchiare la base del carciofo con una forchetta.

Toglierli dall’olio e lasciarli raffreddare capovolti su un vassoio, una volta raffreddati, aprire le foglie verso l’esterno con i rebbi di una forchetta.

A questo punto, condirli con sale ed abbondante pepe e lasciarli riposare per un po’. Spruzzateli con vino bianco secco e immergeteli nell’olio, ad una temperatura un po’ più alta della precedente.

Lasciarli in cottura per 1 minuto e lasciarli asciugare su carta assorbente.
Serviteli caldi caldi e che dire? Buon appetito!

Potrebbe piacerti anche

11 commenti:

  1. Vabbè, io sarò di parte, ma quanto è bella questa città? L'hanno rovinata tanto, è decaduta per vari aspetti ma il suo fascino è unico, niente e nessuno lo cancella... la Grande Bellezza, ha ragione Sorrentino...
    Io adoro questi carciofi, ma non ho mai osato farli a casa! Dici che ci riesco? :-) I tuoi sembrano dei fiori che si stanno aprendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione tu e pure Sorrentino ;)
      ma quanto è bella?
      io sto sempre con il naso all'insù quando giro per Roma, alcuni posti mi fanno venire le lacrime agli occhi per quanto so' belli!
      Considera che questo è stato il mio primo tentativo di carciofi alla giudia, il segreto sta nella seconda frittura a temperatura più alta, è un bagno d'olio ma credimi ne vale la pena!

      Elimina
  2. Che splendido viaggio virtuale per Roma..e tra le altre cose, mi hai dato anche degli splendidi spunti per la mia prossima volta a Roma ( si spera presto ! ). Quando vengo a Roma, e siamo nella stagione giusta, un giro di carciofi alla romana me lo faccio sempre..quanto sono buoni, e i tuoi quanto sono belli :) Ti abbraccio !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ecco appunto, belli ma soprattutto buoni ;)
      sono felicissima che questo post possa essere uno spunto per una tua prossima vacanza a Roma!
      Finalmente un senso di utilità ;)

      Elimina
  3. foto strepitose per una città intramontabile!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  4. Che bello questo giro per Roma in tua compagnia e che voglia di carciofi alla giudia che non mangio da una vitaaaaa.

    RispondiElimina
  5. Ci vengo volentieri, Roma è una città bellissima che adoro! Dopo, però. vengo da te a mangiare i carciofi, che buoni! Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giavanna sei la benvenuta! Vieni a farti due carciofi alla giudia!

      Elimina
  6. Roma mi è piaciuta, ha veramente quel tocco etereo che la rende differente a qualsiasi altra città al mondo...
    poi il carciofo alla giudia vacca gallina, sono un tripudio di meraviglia!

    RispondiElimina
  7. ma queste BELLISSIME foto le hai fatto tu??...Brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Margara, si le ho scattate io, nel tempo libero faccio la turista a Roma! ;*

      Elimina