Pane Kamut a lievitazione naturale

12:33 Angela M. 12 Comments

Adoro avere le mani in pasta e da quando ho il mio lievito madre, fare pane e pizza è ormai una consuetudine.

La domenica mattina inforno il pane e la domenica sera pizza, queste sono le mie certezze!

Mi piace perdermi nelle pianificazioni dei vari rinfreschi da fare, essere alla ricerca continua di farine diverse, sperimentare i vari impasti con idratazioni diverse, per me è una grandissima soddisfazione fare il pane in casa, mangiare quello che produco e sapere con certezza quali sono gli ingredienti usati, ammetto però che sono tuttora nella fase sperimentale e che soddisfatta al 100% non lo sono ancora, sogno alveolature stratosferiche e croste super croccanti…

Per questo pane ho scelto di usare farina biologica di kamut, un cereale “antico” che rispetto al grano duro ha fino al 40% in più di proteine, ricco di aminoacidi, vitamine minerali e super digeribile.



Ingredienti:
400 gr di farina biologica di Kamut
100 gr di farina integrale biologica (Alce Nero)
120 gr di LI.CO.LI.
250 gr di acqua
Q.b.  olive nere di Gaeta
10 gr di sale
Semi di papavero


Procedimento
Sciogliere in una ciotola il lievito madre con l’acqua, aggiungere le due farine prima mescolate, le olive nere di Gaeta e solo alla fine aggiungere il sale.
Lavorare brevemente l’impasto e procedere con le pieghe, portare al centro i lembi più esterni, tirarli e portarli a centro dell’impasto, per  10 volte. Procedere a intervalli di 10/15 minuti per altre 3 volte.
Infarinate il vostro cestino di lievitazione, dare al panetto la forma del cestino e adagiarlo dentro. Coprire con un panno umido e lasciare lievitare per qualche ora, dipende dal lievito, il mio dopo 5 ore era nel suo massimo splendore!

Capovolgere delicatamente l’impasto su una teglia coperta da carta da forno, cospargere la superficie con semi di papavero e fare un’incisione, per ultimo infornare (forno preriscaldato) a 220°C per 30-40 minuti.


Potrebbe piacerti anche

12 commenti:

  1. E' un pane bellissimo :) Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Mary, detto da te è un complimentone! :*

      Elimina
  2. Complimenti ^.^ Che belle ricette!!!
    Ciaooo!!!!

    P.S. Se ti va di venire a trovarmi... eccomi qui http://coeurdepaindepices.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille Lucilla, passerò a trovarti con estremo piacere!

      Elimina
  3. Io non ho lievito madre, purtroppo, e non sono una grande panificatrice ma amo il pane con tutta me stessa, non potrei vivere senza! :D Il tuo deve essere delizioso al kamut e poi è bellissimo! Complimenti, un bacione e buona serata :) :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti piace il pane (come me tra l'altro) sarà inevitabile prima o poi cimentarsi nella panificazione, credimi! troppe soddisfazioni!

      Elimina
  4. Anche per noi panificare con lievito madre è una grande, grandissima gioia :-) bellissimo il tuo pane, il kamut è insieme alla segale il cereale che ci piace di più :-) buona serata cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao M&M, non ho ancora provato la segale, presto molto presto ci proverò, grazie per essere passate! :*

      Elimina
  5. Beh, che belle (e golose) certezze. E che bello il pane. Anzi bellissimo. Poi, adoro i semi di papavero, danno al pane un sapore favoloso. Il cestino l'hai preso su Amazon? Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giovanna, è vero i semi di papavero donano quel gusto particolare, a dire il vero, sto adorando tutti i semi in generale nei vari impasti! Il cestino l'ho preso da Peroni un negozio a Roma che vende esclusivamente oggetti per pane pizza e dolci, penso che questo posto ti piacerebbe tantissimo, è un luogo di perdizione! Io per cominciare ho preso quello piccino per impasti da 500gr a 1500gr, ma li vorrei tutti! ;)

      Elimina
  6. Eccomi approdata nella tua cucina, MissWant :) che profumo di pane! Anche io ho la pasta madre, anche se non ho ancora ben capito la farina giusta per i rinfreschi...a volte cresce a dismisura, altre volte rimane nanetta :) adoro i semi di papavero: oltre a guadagnarci in gusto, lo rendono stupendo per gli occhi! :D un abbraccio

    RispondiElimina
  7. dunque...il Licoli per me è arabo, come del resto ho avuto sempre poca dimestichezza con il lievito madre, infatti ho rinunciato definitivamente, colpa sicuramente mia, non mi sono applicata abbastanza sull'argomento...le farine alternative, come questa non le ho mai usate, il tuo pane ha un aspetto favoloso e sarei proprio curiosa di assaggiarlo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina